Azienda: l’importanza di un digital team

Azienda: l’importanza di un digital team

maggio 17, 2020 Off Di Michele Dell'Edera

Sono da sempre ultra convinto del fatto che, o si decida di fare da soli o si decida di farsi aiutare da un team di esperti per l’approdo della propria azienda sui canali digitali, ci sia bisogno di un “digital team”, cioè di un gruppo di persone che si faccia carico di seguire ed animare la presenza della propria azienda sulla rete.

Partiamo dall’inizio:

  • Prima fase, LA CONSAPEVOLEZZA: Se si decide di muoversi on line, e oggi è quasi imprescindibile, bisogna farlo conoscendone dinamiche, strumenti, modalità per raggiungere:
    • La cosa migliore prima di cominciare è chiedere ai propri consulenti di fare della formazione per conoscere meglio la rete e l’utilizzo che se ne può fare per raggiungere i propri obiettivi di business.
    • Conoscere le dinamiche, le opportunità e i rischi che un’attività digitale comporta è molto importante
  • Seconda fase, LA PROGETTUALITA’: Non entro nel merito di cosa bisogna mettere in campo anche perché ogni azienda deve progettare la propria presenza su web e questa presenza deve essere pensata ad hoc per ogni singola azienda
    • Fissare i propri obiettivi di business
    • Essere consapevoli di quali sono i propri clienti (target e Buyers personas)
    • Conoscere il proprio mercato
    • Conoscere la propria concorrenza e, in particolare, la propria concorrenza sulla rete nell’ambito dei segmenti della propria clientela sul mercato
    • Fissare le proprie strategie
    • Definire il budget necessario al raggiungimenti dei propri obiettivi e all’operatività del progetto

  • Terza Fase, IL DIGITAL TEAM: partiamo dal presupposto che abbiamo scelto di farci aiutare da dei consulenti esterni. E’ assolutamente errato pensare che tutto il progetto, compresa la sua operatività debba essere delegato all’esterno, c’è bisogno di punti di riferimento in azienda,c’è bisogno di un “digital team”.
    • Il Digital team sarà composto da:
      • Il/i consulenti
      • Il management aziendale, ad esempio: il CEO (amministratore/proprietario), responsabile marketing, responsabile comunicazione, responsabile vendite.
      • Una persona (almeno una) che tiene i contatti con i consulenti, che regge i fili con l’operatività aziendale, che lavora direttamente sui canali digitali di concerto con consulenti e management per tenere sempre aggiornati i canali digitali
  • Quarta fase, LA FORMAZIONE DEL DIGITAL TEAM: Serve ad “allenare” la squadra e prepararla per “entrare in campo”
    •    C’è bisogno di rodare i meccanismi di lavoro per cominciare e lavorare serenamente e con profitto insieme.
  • Quinta Fase, LO STARTUP E LA GESTIONE: di questa fase ne ho parlato tante volte e qui non mi soffermo più di tanto e ci tornerò.
  • Sesta fase, LA VERIFICA DEI RISULTATI E LA CORREZIONE DELLA ROTTA:  Anche di questa fase ne ho parlato tante volte e ci tornerò. E’ chiaro che durante l’operatività del progetto vanno misurati i risultati e consultati i dati a disposizione e, se necessario, apportando le modifiche necessarie a migliorarli.

Ma qual’è la “morale” di questo mio post?

Semplice: nella lunga esperienza che ho avuto in questi anni con aziende e clienti le cose sono sempre andate meglio quando l’azienda in prima persona ci ha messo del suo e ha partecipato con propri uomini al progetto.

Concludendo: formazione e team aziendale, con una buona squadra di consulenti, sono fondamentali per il proprio successo on line