La ricerca vocale, l’altra faccia della SEO

La ricerca vocale, l’altra faccia della SEO

settembre 29, 2019 Off Di Michele Dell'Edera

La ricerca semantica è una nuova faccia della ricerca che ormai sempre più si diffonde sulla rete.

Sempre più utenti usano gli assistenti vocali per le loro ricerche e, di conseguenza, il linguaggio naturale sta tornando in auge in campo digitale.

La ricerca vocale sta cambiando la SEO (Search Engine Optimization) e, con essa, anche le modalità di ricerca delle parole chiave sta cambiando.

Per migliorare la nostra SEO, AnswerThePublic è un ottimo strumento da utilizzare quando si ottimizza un sito per la ricerca vocale. Con questo strumento si può padroneggiare la SEO long-tail (a coda lunga) andando ad individuare le vere domande che gli utenti pongono nell’ambito del settore che noi vogliamo andare a colpire con i nostri contenuti, con i nostri prodotti. La SEO Long-tail nasce come idea nel 2004 e prevede l’individuazione delle frasi che gli utenti utilizzano nella loro ricerca. Tanto più lunga sarà la frase di ricerca, tanto più basso sarà il numero di ricerche. Di contro però il tasso di conversione sarà altissimo.

Immagine di host-academy.it

Con AnswerThePublic si può espandere ulteriormente il proprio elenco di parole chiave esplorandole attraverso preposizioni più lunghe ( ad esempio parola chiave + preposizione + altre parole), si possono inoltre fare confronti (ad esempio: parola chiave rispetto a un’altra parola chiave).

Effettuando la ricerca con contenuti simili a una risposta, si avrà una possibilità molto più elevata di comparire ai primi posti della ricerca..

AnswerThePublic consente anche di esportare le idee prodotte per parole chiave in formato CSV o in formato PNG. Con questi risultati si potrà iniziare ad ottimizzazione la propria SEO ai fini della ricerca vocale, con frasi compiute tipiche dell’utilizzo della voce.

 

Buon lavoro