CRISI NEL MEDITERRANEO, TURISTI E WEB 2.0

Secondo Tripadvisor le richieste di viaggi verso l’Egitto dopo l’ultima crisi in medio oriente sono diminuite del 71%, allo stesso tempo è molto più difficile trovare notizie affidabili, rispetto ai paesi della costa settentrionale africana, per poter effettuare viaggi, trovare località “sicure” o notizie certe per poter semplicemente viaggiare e spostarsi in quei luoghi.

Un fenomeno che sta prendendo piede in queste settimane è l’aiuto reciproco tra viaggiatori, tanto che lo stesso TripAdvisor ha aperto una community proprio per consentire lo scambio di informazioni tra turisti e viaggiatori rispetto alla effettiva praticabilità dei viaggi.

E molti hanno intrecciato le notizie dirette provenienti da amici e parenti  a quelle del Mnistero degli Esteri, a quelle provenienti dai media locali e internazionali. Una vera e propria rete d’informazione web 2.0. Ancora una volta, come per il dilagare della rivolta, i nuovi media sembrano essere il canale preferito e sostanziale per la comunicazione globale.

Autore dell'articolo: Michele Dell'Edera

Lascia un commento