IL GARGANO TRA LE METE PREFERITE DAI TURISTI

DiMichele Dell'Edera

IL GARGANO TRA LE METE PREFERITE DAI TURISTI

Nel corso della presentazione della sesta edizione di Mediterre – fiera che si terrà alla Cittadella della cultura di Bari dal 27 al 30 gennaio  – sono stati presentati gli esiti di una recente ricerca dell’istituto Ipsos- Publica affairs relativa alle regioni italiane con maggiore attrattività turistica. In questa classifica la regione Puglia si posiziona al quarto posto: in particolare è quarta per «dinamismo» (prima è l’Emilia Romagna, seguita da Toscana e Sardegna) e terza per l’accoglienza dei turisti. 

 

Un ingrediente imprescindibile che l’ha portata a scalare i primi posti di questa classifica è sicuramente l’indissolubile legame del turismo pugliese con la Natura. Grazie allo sviluppo di un tipo di turismo, quello sostenibile, la Puglia è riuscita a consolidare una posizione di privilegio nel mercato turistico nazionale, nel quale si sono registrati cali di presenze ovunque, tranne che in Puglia.

«La valutazione degli interpellati – ha spiegato Luca Comodo, direttore della divisione politico sociale di Ipsos Public Affairs – è positiva al 73% per quanto riguarda la gastronomia e i piatti tipici, al 64% per la qualità del mare e al 55% per l’accoglienza dedicata ai turisti. Il patrimonio artistico (53%) e le manifestazioni culturali (39%) sono fra gli elementi distintivi della Puglia accolti con favore dagli intervistati. Significativo – ha aggiunto Comodo – anche il plauso del 22% del campione per l’impegno nelle energie alternative e la green economy». 

A questo punto sta alle imprese ricettive del territorio sfruttare questo vantaggio competitivo rispetto alle altre mete turistiche, investendo maggiormente sulla propria struttura. A sostegno di tali investimenti pervengono i contributi messi a disposizione dalla Regione Puglia reperiti dai fondi POR 2007/2013. I finanziamenti riguardano investimenti per l’ampliamento, l’ammodernamento e la realizzazione di alberghi, ristoranti, lidi balneari, immobili rurali, storici, masserie ecc. da convertire in strutture ricettive.

Il 31 dicembre 2009 è stato pubblicato il Regolamento sul Turismo che anticipa l’imminente pubblicazione di due diversi bandi:

  1. bando per micro e piccole imprese turistiche;
  2. bando per medie imprese e consorzi di PMI turistiche.

 

Per avere maggiori informazioni su come ottenere questi finanziamenti, clicca qui.

Info sull'autore

Michele Dell'Edera administrator

Per pubblicare un commento, devi accedere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi