Smart City, Marketing Territoriale, Fare Impresa, quel web 2.0 che può fare la differenza

destinoSi fa molto parlare di Smart Cities e della loro evoluzione, di implementazioni tecnologiche come la fibra ottica, di capacità di coinvolgere i cittadini attraverso i vari canali che oggi la tecnologia ci mette a disposizione.

E’, allo stesso tempo, importante che gli enti territoriali e gli enti che hanno come mission la promozione dei territori si attrezzino per un marketing territoriale sempre più avanzato e sempre più in grado di sfruttare le potenzialità del web e del mobile per rendere sempre più conosciuti e appetibili i propri territori.

E come possono fare i territori a favorire la sempre maggiore richiesta di sostegno e aiuto anche informativo, logistico e consulenziale a chi vuole far nascere una startup? Ecco che il tutto si salda in una solida promozione e in un solido sostegno al “Fare Impresa”.

In tutto ciò, il web, più largamente inteso come ecosistema di comunicazione e informazione e come arcipelago di device che ci tengono sempre connessi, può essere utile a rendere la smart city sempre più smart, il marketing territoriale sempre più efficace e il fare impresa sempre più facile evitando errori?

Diciamo di “si”, proveremo a comprendere meglio il ruolo del web “partecipato” e tutti i temi correlati in questo apposito workshop a SMAU Napoli. Arena Smart Communities – giorno 11 dicembre ore 15 – Mostra d’Oltremare. Leggi di più a proposito di Smart City, Marketing Territoriale, Fare Impresa, quel web 2.0 che può fare la differenza

#Turboblogging un po’ per noia un po’ come l’uovo di Colombo

Come si può parlare di ricerca e di innovazione nel chiuso di una stanza e far sapere tutto al mondo ? Secondo me lo staff della Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna che doveva lavora a un’idea per mettere su un evento per la “fabbrica dell’innovazione” ha fatto la sua prima riunione seduta vicino a uno stagno […]

Cosa rende Smart una città ?

Diciamocela senza andare troppo per le lunghe. L’aggettivo “Smart” (intelligente) è usato e abusato e, in fondo, anche io ne sto abusando per parlarvi di una cosa che potrebbe anche essere “obvious” (ovvia) più che intelligente. Le città hanno il dovere di comunicare e di rendere fruibili per i loro cittadini dei servizi senza bisogno […]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi