IL CLOUD COMPUTING, PER AZIENDE SENZA PENSIERI

Che la maggior parte delle aziende facesse investimenti in software e hardware superiori alle proprie necessità era ed è un fatto risaputo. Spesso l’acquisto di un server e del software relativo viene fatto non in base alle reali necessità del momento, ma in base a delle previsioni di crescita dell’azienda e delle sue necessità informatiche che, in moltissimi casi, poi non si realizzano. In altri casi addirittura l’azienda è costretta, dopo qualche anno di sottoutilizzo di tale piattaforma hw e sw, a sostituire il tutto con una nuova piattaforma hw e sw perché quella precedente è divenuta obsoleta.

Ecco allora apparire all’orizzonte “le nuvole” che non sono, come secondo la meteorologia, presagio di tempesta, ma presagio di soluzione di questo problema.

Ormai non si parla d’altro quando si parla di soluzioni per la aziende, si parla di “Cloud Computing”: la possibilità cioè di “affittare” le soluzioni software e le prestazioni hardware necessarie alla propria azienda, nulla di più nulla di meno. In pratica, con questo sistema, si utilizzeranno le soluzioni messe a disposizione on line da un “provider” di soluzioni informatiche. Tutti i grandi player internet e delle telecomunicazioni si stanno attrezzando o si sono attrezzati per fornire questo tipo di servizio.

Così facendo non si spenderà nulla di più del necessario e, allo stesso tempo, non si avranno problemi di aggiornamento software o di obsolescenza dell’hardware.

Queste problematiche infatti, andranno in capo al fornitore dei servizi e non più in capo all’azienda.

Autore dell'articolo: Michele Dell'Edera

Lascia un commento