Tendenze Retail 2018: intelligenza artificiale e coinvolgimento dei dipendenti

Ultima puntata sulle tendenze retail 2018 venute fuori dalla ricerca portata avanti da Manhattan Associates, Inc.  e che ha portato alla luce cinque tendenze tecnologiche che porteranno i cambiamenti maggiori nel mondo delle vendite in negozio e on line.

Bisognerà ripartire dall’utilizzo di tecnologie che si basino sull’intelligenza artificiale

Non sono pochi gli operatori del Retail che hanno cominciato a sperimentare e utilizzare chat-bot e intelligenza artificiale. L’utilizzo di queste tecnologie consente di migliorare i servizi di assistenza ai clienti e il coinvolgimento dei consumatori nella vita dell’azienda e nelle vendite.

Si prevede che, nei prossimi mesi, i proprietari di attività commerciali punteranno ad utilizzare sempre più tecnologie basate sull’intelligenza artificiale, ad esempio: realtà virtuale e realtà aumentata. Si punterà inoltre a favorire sempre più quelle tecnologie che nella logistica e nel back-end utilizzino sistemi di apprendimento automatico (machine learning).

La gestione del magazzino si farà sempre più sofisticata nel corso di quest’anno al fine di ottimizzare il lavoro e i tempi di evasione degli ordini dei clienti.

Quindi, la conseguenza sarà caratterizzata da: miglior servizio e migliore efficienza operativa

Sarà fondamentale utilizzare soluzioni in grado di coinvolgere i dipendenti.

I millennials o generazione Y  cioè coloro i quali a cui piace partecipare ai flashmob, che non perdono gli happy hour, acquistano low cost, sono consumatori molto interessanti perché molto attivi, comprano on line, spesso sono youtuber, instagrammer, fashion blogger.

In pratica sono consumatori 2.0 nati in piena rivoluzione digitale. Molti di loro hanno scelto il retail come settore per svolgere la propria attività professionale.

Se così è i retailer devono affrontare una sfida molto interessante e impegnativa a livello di engagement: quella del coinvolgimento dei dipendenti. Per farlo i contenuti che questi dipendenti dovranno avere a disposizione dovranno essere: visivi, grafici, personali e digitali. 

Se si vorrà vincere la sfida retail 2018, gli operatori del settore dovranno andare oltre i tradizionali canali di engagement.

Bisognerà facilitare la condivisione di pensieri e reazioni, facendo in modo che essa possa essere sempre più intuitiva e creativa.

 

Per approfondire, chiedimi un contatto:

Autore dell'articolo: Michele Dell'Edera