Web strategies: Ma ce le hai le risorse ?

Quello che mi accingo a fare non è certamente un discorso venale. Capita spesso di incontrare possibili clienti che, dopo aver declinato il loro sogno di sbarcare sul web per vendere on line o per fare più engagement e portare più gente nel proprio negozio, nella propria attività, si spaventino nella lettura del preventivo.

Il web di oggi non è un’attività di “presenza” sulla rete, è un’attività di contatto, di diffusione del proprio brand, delle proprie offerte, di promozione dei propri prodotti, di contatto con le persone, di aggiornamento continuo dei contenuti, di realizzazione di foto e video, di stesura di white-paper e pubblicazioni da concedere ai propri clienti, di relazioni da instaurare e sostenere nel tempo.

Il tempo, appunto, è una delle cose fondamentali da investire. Per fare tutto quanto elencato prima c’è bisogno: di studio, dell’approfondimento del mercato on e off line, della valutazione della concorrenza, di studio dei comportamenti dei potenziali clienti sulla rete, di capire come vengono effettuate le ricerche sulla rete, di mettere giù una strategia, di organizzare delle tattiche, di scegliere gli strumenti adatti e implementarli, di avere un piano commerciale, di pianificare i contenuti sui vari canali e produrli, di coinvolgere l’azienda in questa attività, di guardare e analizzare i dati dell’attività in corso, saperli leggere e valutare, saper correggere la rotta… e potrei andare avanti per ore.

Questa sfilza di attività ha bisogno di risorse di due tipi: 

  1. Se si decide di affidarsi a consulenti esterni ci sarà bisogno di affidare loro questo gravoso impegno e fare in modo che lavorino in sinergia diretta con l’azienda sono necessari budget congrui da investire per poterli pagare.
  2. Se invece si pensa di investire sulle persone interne all’organizzazione aziendale, non bisogna cadere nell’errore di pensare che dato che sono interne, dato che già le paghiamo, allora il costo sarà basso.

Se scegliamo l’opzione due, non dobbiamo mai dimenticare il fattore “tempo”. Queste persone avranno bisogno di tanto tempo (senza mettere in campo qui la valutazione della competenza e del tempo che sarà necessario per imparare). Questo tempo, come dice un vecchio adagio è: DENARO.

Quando pensiamo di partire con un’attività di vendita e di favorirla con la rete, non dimentichiamo mai di farci questa domanda:

QUANTE RISORSE INTENDIAMO INVESTIRE ?

BUON NATALE A TUTTI !  

Iscriviti alla newsletter, ti tengo informato:

Autore dell'articolo: Michele Dell'Edera